La Carpa

carpa

 

Cyprinus Carpio, più comunemente conosciuta come Carpa Comune appartenente alla famiglia dei Ciprinidi.

Si caratterizza per il corpo ricoperto da grandi scaglie e per la bocca appena sporgente capace di risucchiare il cibo.

La carpa comune si ritiene sia originaria della Persia, oggi la possiamo trovare in corsi d’acqua lenti e nei laghi presenti in tutto il mondo, prediligie i fondali profondi e melmosi, ricchi di vegetazione, ha mostrato facilità di adattamento a diversi ambienti, è un animale onnivoro e si nutre prevalentemente di sostanze vegetali recuperate sui fondali, oltre a insetti e lombrichi.

Ha una indole pacifica e vive in branchi nella giovane età, a differenza degli esemplari più grandi che possono raggiungere anche i 40 kg che preferiscono una vita più solitaria

La carpa è tra i pesci più insidiati nella pesca sportiva grazie alle notevoli dimensioni che l’animale può raggiungere.

La tecnica più usata per insidiare questi pesci, sopratutto quelli di grande taglia e il carpfishing, una pesca a fondo che utilizza esche di vario genere, sopratutto vegetali, dal mais alle boiles, quest’ultime vengono innsescate separatamente dall’amo, ad una distanza di qualche centimetro.

L’importante è decidere anticipatamente il luogo e pasturare nei giorni precedenti la battuta di pesca per abituare il pesce alle esche che utilizzeremo.

In Italia gli esemplari catturati vengono spesso rilasciati con ogni cura, grazie all’utilizzo di un materassino morbido che evita di asportare erroneamente il muco protettivo di cui sono rivestite.

 

Oltre alla carpa comune esistono altre varietà, qui sotto ve ne elenco alcune:

  • comune o regina: con corpo completamente ricoperto di scaglie (raggiunge i 30 kg)
  • specchio: con presenza di rade e grosse scaglie (può arrivare ai 40 kg)
  • cuoio: completamente priva di scaglie (non supera i 20 kg)
  • carpa koi: carpa colorata utilizzata a scopo ornamentale in laghetti da giardino, molto popolare in Giappone
  • fully scaled mirror: varietà molto rara, si distingue per le squame molto grosse dislocate in ordine sparso su tutto il corpo
  • linear carp: variante rara della carpa a specchio, si riconosce per la lunga linea di grosse squame che attraversa il corpo

 

Bene detto questo, buona pesca a tutti 🙂

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *